Forfora nella barba: è un fungo la causa

Forfora sulla barba? E se il colpevole fosse un fungo? Tutto quello che c’è da sapere per prevenire o eliminare il problema

Forfora sulla barba? Sicuramente molti di voi sanno di cosa parliamo. I medici la chiamano dermatite seborroica, ma per noi cultori del settore barber questo è semplicemente il segnale che qualcosa non sta andando per il verso giusto.

Non solo sui capelli dunque, ma anche sul pelo della barba! Mento screpolato e irritazione costante sono le conseguenze della forfora alla barba; e poi la desquamazione del viso, la cute arrossata, e quelle perdite bianche che talvolta diventano maleodoranti per via delle loro crosticine di natura grassa ed oleosa.

Un problema davvero fastidioso che per molti uomini crea non solo argomento di dibattito, ma un vero e proprio disagio. Si, perché se nei capelli è più facile coprirla, la forfora nella barba non è assolutamente possibile nasconderla.

Esistono due tipologie di irritazione e prurito che colpiscono l’uomo, e sono il prurito da barba incolta, solitamente quello di qualche giorno dopo la rasatura ed il prurito da barba lunga: che richiede un altro approccio. Entrambi possono essere ricondotti alla dermatite da barba, ma è chiaro che la loro cura è totalmente differente.

Ma se vi dicessimo che tutto ciò è causato da un antipatico “fungo barba“? Perché in verità è proprio lui la causa di tutto ciò. In quasi tutte le tipologie di pelle è presente un fungo, chiamato Malassezia Globosa, che nell’uomo si trova sulla cute, ovvero sotto la barba.

La Malassezia cresce nelle zone della barba più oleose, che solitamente coincidono laddove sono presenti le ghiandole sebacee: in sostanza nel cuoio capelluto e su gran parte del viso. Il fungo aiuta a sciogliere il sebo, che ricordiamolo è l’olio prodotto naturalmente come protezione dalle ghiandole sebacee, lasciando alle spalle l’acido oleico, che è l’agente irritante della barba.

E sappiate che più è grassa ed unta la pelle e più probabilità avrete di ospitare sul viso la M.globosa, ed anche in grandi quantità. Nel momento in cui avvertito un prurito fastidioso e incessante, sappiate che forse dovete iniziare a capire come eliminare forfora da barba. Ed è qui che entrano in gioco i professionisti, che non sono i dermatologi (quelli solamente in casi estremi) ma i barbieri.

Due sono gli step fondamentali per contrastare la forfora alla barba: l’esfoliazione e la detersione. E non penserete mica che basti il sapone per il viso e un lavaggio giornaliero a mandarla via? No, in questo non vi libererete presto di lei. Lo scrub esfoliante è uno dei rimedi più gettonati e a nostro parere realmente efficaci.

L’esfoliazione vi permette innanzitutto di spazzare via le cellule morte che non si desquamano correttamente e vi creano il classico arrossamento. Ma inoltre blocca l’orribile sensazione di prurito lasciando una piacevole sensazione di freschezza. Fatta 1 o 2 volte a settimana vi renderà dei veri scrub-addicted! Forse più delle vostre mogli.

La raccomandazione che vi diamo è quella di evitare assolutamente prodotti a base d’alcool. L’alcool peggiora la dermatite e favorisce la secchezza cutanea. Altro prodotto assolutamente da utilizzare tutti i giorni per eliminare la forfora dalla barba è lo shampoo per la barba. Rigorosamente a base naturale e con un buon INCI, che includa Ph neutro e formulazioni delicate, lo shampoo per la barba aiuta a detergere in profondità la pelle, cercando di lenire le zone particolarmente colpite.

Massaggiate sempre a fondo con movimenti circolari per assicurarvi che il prodotto arrivi in profondità e possa coprire omogeneamente tutta la barba.

Quanto ci vorrà per far sparire definitivamente la forfora barba?

Beh dovete avere un po’ di pazienza. Solitamente 2 settimane sono il minimo temporale per notare dei miglioramenti, ma in alcuni casi anche la totale sparizione. Ma dovete sapere una cosa molto importante: la barba dermatite seborroica tende a ripresentarsi!

Per tale motivo sarà vostro compito controllare giornalmente l’aspetto della vostra pelle. Se la sentite tesa e irritata iniziate subito a mettere degli olii essenziali, quelli di Solomon’s sono ottimi. Non solo danno brillantezza e vigore, ma sopratutto agiscono laddove il solo shampoo non idrata abbastanza.

Perché come in ogni cosa, anche qui c’è bisogno di qualità.

forfora

About The Author

Anita Atzori