Barbieri in giro per il mondo

I viaggi di Barber Shop Crew sono tanti e molto significativi. Scopri il percorso dei nostri barbieri in giro per il mondo! In quanti paesi hanno collaborato i fratelli Salomone?

Un viaggio è una scoperta. Un viaggio è un po’ l’introspezione di sè vista con gli occhi del mondo. Un viaggio è tutto se non sai smettere di volare. E anche per Barber Shop Crew i viaggi sono stati uno di quei tasselli essenziali nella crescita aziendale. Uno di quei fattori che se manca “cresci sempre un po’ a metà”, e magari non subito te ne accorgi, ma arrivi ad un certo punto che dici “forse mi manca qualcosa”. Confronto, dialogo , scambio: questi sono i concetti chiave dei viaggi intrapresi dalla nostra azienda. Around the world come stile di vita! Dove esiste la maestria e l’esperienza è fonte di ammirazione; dove il talento è un dono ma saperlo coltivare è un pregio. Dove i barbieri non sono solo artigiani, ma custodi di un lavoro antico, prezioso e per questo nobile.

L’inizio dei nostri viaggi è cominciato tanti anni fa grazie ai numerosi contatti presi con la partecipazione a varie fiere di settore, tra cui il rinomato Cosmoprof di Bologna e il Barber Connect in Inghilterra. Ma la verità è che tutto nasce dalla nostra bella penisola, e sopratutto dalla nostra bella Capitale! Non è stato solo frutto di fortuna e buone opportunità, ma anche di tanti anni di gavetta dove l’essere barbiere e imprenditore allo stesso tempo ha creato una rete di conoscenze solide e leali. Conoscenze che un giorno sono diventate collaborazioni, inviti e nuovi modi per sperimentare il mondo della barberia in chiave old school ma ricercata. Ma quando è avvenuto il primo viaggio di Barber Shop Crew?  Nel 2015 tra le favolose coste frastagliate del Galles. Un segno questo che non è stato un caso se si considera che proprio in quegli anni la società italiana stava rivivendo il mito degli anni 20′ e della barberia non più come semplice lavoro artigianale, ma come stile di vita, tendenza e rappresentazione del vero made in italy. All’epoca pochi altri, a parte i fratelli Salomone, sono riusciti a cavalcare l’onda del mercato senza trasformarsi in banalità. Pochi, ma lungimiranti, che sotto forma di franchsing o piccoli investimenti hanno sviluppato catene di barberia con ispirazione anni 50′, dove il vintage più assoluto incontra la voglia di fare delle nuove generazioni. I “barbieri nuovi”, quelli che hanno fatto la scuola per parrucchieri, ma che non hanno mai lavorato dal vecchio barbieri di paese. E così nasce la sfida di voler formare una classe che guardi al futuro ma ritorni al passato giorno per giorno, imparando le vere tecniche del mestiere.

E poi ci sono loro, quei 7 negozi Barber Shop Crew che rimangono ancora a conduzione familiare e che con l’aiuto di tanti barbieri e collaboratori di fiducia, rimangono il punto fermo non più solo per Roma ma per tutta l’Europa. Il motivo? L’unione di 20 anni d’esperienza e la splendida idea di accorpare ad un’attività un simbolo di ciò che possa completare il lavoro artigianale con creatività e inventiva tipicamente italiana. E allora perchè non creare un brand che rispecchi al meglio la barberia italiana e la bellezza del vero gentleman contemporaneo? Da qui Solomon’s diventa un’estensione di Barber Shop Crew e apre le porte ad un mercato in crescente espansione. La fortuna di questo successo sta anche nell’aver ideato un vero e proprio progetto accademico e formativo per i giovani barbieri italiani. Progetto che prende il nome di Traditional Barber School e che forma aspiranti barbieri e titolari di negozi in maniera costante e aggiornata. Stesso progetto che peraltro coinvolge tutto lo staff di Barber Shop Crew con corsi e collaborazioni assieme ai migliori master barber a livello internazionale.

La formazione porta soddisfazione, e non lo diciamo solo perchè fa rima, ma perchè il confronto e l’apprendimento con tecniche e metodologie di lavoro differenti dalle nostre creano meccanismi di collaborazione e nuovi appuntamenti d’incontro. Così per Solomon’s e Barber Shop Crew questo è stato un toccasana per conoscere realtà mozzafiato e paesi che superano le aspettative. Ad oggi i nostri aerei sono approdati in Francia, Germania, Spagna, Paesi Baltici, Libano, Polonia, Inghilterra e Russia. Nonostante ci siano voluti anni per costruire tutto ciò, alcune mete sono state significative per lo sviluppo della nostra azienda; in particolare la Russia coi nostri distributori di fiducia Galore Men, che hanno saputo captare al meglio le esigenze di un brand come Solomon’s, aggiungendo a tutto ciò un’opportunità di crescita per Barber Shop Crew attraverso corsi di formazione tra Roma e Mosca. E poi come non ricordare la bravura dei formatori 13byBlackStar e Rival, che da tempo collaborano con la nostra scuola attraverso corsi di formazione mirati come quello di TAGLIO CAPELLI CONTEMPORANEO e RAZOR FADE da urlo.

Russia, Spagna, Francia … ma l’Italia? Come ha contribuito a livello di formazione? Anche nella penisola sono tante le persone che hanno collaborato con Barber Shop Crew e Solomon’s. Si pensi al visionario Andrea Gargiulo di Andrew Barbershop Sorrento, che con le sue geometrie moderne ha svolto un corso di taglio capelli tra i più apprezzati in Italia. Forte personalità e spirito determinato, ha lasciato una grande impronta su tanti barbieri. E poi come non ricordare Sepp e le sue due barberie  Sepp Barber Shop. Uno dei cultori della barba più preparati in assoluto, giudice a numerose gare e convention nazionali. Preparatissimo e vera fonte di ispirazione per chi vuole realmente fare questo mestiere con classe e professionalità inaudita. Altro punto fondamentale dello scuola è Antonio Bottalico, titolare di VizioPermamente e formatore per Traditional Barber School. Antonio un ottimo supporto che da anni affianca Paolo ed Eliseo Salomone nelle tappe accademiche del sud Italia. La sua grinta, la sua passione e la voglia di non arrendersi mai sono per i nostri ragazzi il miglior esempio da seguire e imitare. Perchè solo in questi casi non è sbagliato copiare.

About The Author

Anita Atzori